Living

Matrimonio a Las Vegas… in jeans!

Chi ha detto che per sposarsi bisogna vestirsi da lord e principesse?
Il 14 Ottobre 2011 (15 Ottobre, in Italia), ho giurato amore eterno. L’ho fatto a Las Vegas, un po’ perché costava meno e un po’ perché era l’unica chance che avevamo di sottrarci al matrimonio in grande stile e con duecento invitati voluto, di norma, dai parenti. Non è esattamente una notizia last minute, sono già passati sei mesi, ma al tempo non avevo ancora aperto il blog e, adesso che l’ho fatto, ho pensato di parlarvene. Non voglio però parlare della cerimonia, delle avventure/disavventure, dell’emozione e dei festeggiamenti. Piuttosto, anche a costo che mi tiriate lattuga e pomodori, volevo discutere con voi ‘l’abito’ che ho scelto (preparatevi psicologicamente)…

Siete cadute dalla sedia?
Ebbene si, io e mio marito abbiamo deciso di sposarci in jeans! Lo so, questa idea cozza un po’ con lo scenario classico, i pizzi, i veli, le perline e gli abiti dal taglio principesco… ma, in fondo, il corsetto c’era! Questa fantasia ci ronzava in testa da molto, moltissimo tempo e, nonostante l’avessimo accantonata quasi fino alla fine (avevo scelto e comprato un abito ‘normale’), è riesplosa all’improvviso. La voglia di fare la mattata era così prepotente che, alla fine, non abbiamo potuto resisterle!

Inutile dire che si è trattato delle nozze più ‘comode’ mai registrate, per non parlare di quanto sia stato divertente (si, mi diverto con poco :P) registrare le reazioni degli amici e dei passanti, anche se questi ultimi non erano poi così stupiti: a Las Vegas si celebrano matrimoni di tutti i tipi, il nostro non ha rappresentato che una goccia nel mare delle stranezze di cui gli sposi sono capaci.
Se potessi tornare indietro rifarei probabilmente la stessa cosa (cambiando le scarpe, forse. Oserei qualcosa di estremo come un paio di stivali da cowgirl con sperone :P), salvo la parte in cui, per una sfortunata serie di eventi, rimaniamo improvvisamente senza un soldo e dobbiamo optare per un banchetto nuziale a base di pizza…

Ma tanto sapete come si dice, no?

…WHAT HAPPENS IN VEGAS STAYS IN VEGAS!!

Corsetto: ChiliRose | Gonna: Esprit | Leggings: H&M | Stivali: Anna Field

11 Comments

  1. Avatar

    LaPam

    Aprile 14, 2012 at 3:32 pm

    Eri troppo una figha!!! Ti avrei sposata anche io così! 😀

    1. Avatar

      Giorgia

      Aprile 17, 2012 at 11:10 pm

      lol… Pam, esistono ancora dei paesi in cui la bigamia è legale 😀

  2. Avatar

    simona v.

    Aprile 17, 2012 at 10:21 pm

    anche io voglio sposarmi a las vegas, è un’idea che ho da quando avevo 15 anni…una vera festa x me ed il mio compagno, non un ricevimento con 200 invitati di cui mi interessa realmente la presenza di neanche la metà…e poi fattelo dire, eri raggiante, bellissima!!!

    1. Avatar

      Giorgia

      Aprile 17, 2012 at 11:13 pm

      Mi raccomando la diretta streaming… noi avevamo amici e parenti svegli alle 7.00 a guardare tutto XD
      Cmq si, io lo raccomando, è bellissimo. Fallo! 🙂

      E grazie infinite per i complimenti <3

  3. Avatar

    verdementa

    Agosto 1, 2012 at 11:54 pm

    Ma che matta sei?? Ahah troppo forte 🙂
    Anche io ho sempre detto che vorrei sposarmi in jeans, ma tipo un vero abito da sposa, con gonna lunga e tutto l’ambaradan ma fatto in jeans, o meglio denim, invece che in pizzo! In realtà ora ho cambiato idea e ho in mente un abito un po’ retrò con gonna al polpaccio. E no, non mi sto per sposare, anzi credo non lo farò mai ma mi diverto a pensare al vestito 😉
    Una curiosità: il matrimonio celebrato a Las Vegas ha valore legale qui in Italia?

    1. Avatar

      Giorgia Marino

      Agosto 2, 2012 at 7:17 am

      Un intero abito da sposa di jeans *_* beh… si, organizzandosi per tempo e investendoci un minimo di dindi… bellissimo!! 🙂
      Lui voleva il Frac, in jeans… vabbè, ovviamente avremmo dovuto farlo fare, è impossibile trovarlo in giro ‘per caso’.

      Si, il matrimonio vale… essendo un matrimonio celebrato all’estero bisogna seguire una piccola trafila burocratica (che comunque, volendo, ti seguono loro stessi per un piccolo sovrapprezzo e, quando finiscono, ti mandano i documenti belli e pronti a casa)… ci vogliono circa 3 mesi, dopo di che hai certificato e apostilla e puoi andare al comune a farlo trascrivere definitivamente 🙂
      Ci romperanno giusto un po’ le scatole perché non abbiamo fatto uscire le pubblicazioni (si chiamano così, si? Boh…), ma alla fine non ci faranno neanche una multa simbolica.

      Grazie di essere passataaaaa ^__________^

  4. Avatar

    little

    Aprile 16, 2014 at 3:32 pm

    ma…. il marito …. archiviato? :-O dalle foto che posti mi sembra che il tuo compagno oggi sia un altro …o è sempre lui restyled?!

    1. Avatar

      Giorgia

      Aprile 16, 2014 at 5:17 pm

      Matrimonio lampo.
      Capita nelle migliori famiglie… no, non è lui, hai visto bene, è cambiato 🙂

      1. Avatar

        little

        Aprile 16, 2014 at 5:20 pm

        ah ecco!!ero un po’ perplessa…

        eh vabbè succede, speriamo che il nuovo sia meglio 😉

        1. Avatar

          Giorgia

          Aprile 16, 2014 at 5:41 pm

          Sono felice. Penso sia l’unica cosa che conta sul serio.
          Certo, i fallimenti bruciano, eh… e quattro periodi di m… li ho passati… ma sono felice! <3 🙂
          Grazie.

          1. Avatar

            little

            Aprile 16, 2014 at 5:57 pm

            tutti facciamo qualche piccola cazzata prima o poi, appunto l’importante è che ci facciano crescere e arrivare ad un punto della vita in cui si è felici o quantomeno sereni, ognuno ci arriva con i suoi percorsi, tanto una merda prima o poi la pestano tutti 😉

Leave a Reply